Iachello: ‘Abolire valore legale del titolo di studio’

Docenti, ricercatori, studenti, personale amministrativo. Anche loro si sono espressi all’interno del dibattito sull’università promosso da ‘Pd 110. Alziamo la media dell’Università’, voluto dall’on. Marco Meloni, che ha fatto tappa a Catania ieri pomeriggio, nella Sala Bonaventura della sede Cisl del capoluogo etneo.

E’ intervenuto anche Enrico Iachello, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia che dell’iniziativa ha apprezzato il fatto che “ponga al centro la missione dell’università, defilando le questioni di governance”.

“Ma non bisogna scordare – ha ricordato Iachello – l’importanza capitale della cultura umanistica, a fronte di un’indiscutibile ruolo decisivo che il sapere scientifico deve rappresentare nel processo di rinascita degli atenei. Secondo Iachello questo aspetto passa il secondo piano nell'enfasi delle proposte avanzate da 'Pd 110'.

"Ci sono corsi come quelli di latino e greco che nella mia facoltà rischiano di chiudere”. Critica verso il Pd, reo secondo Iachello di “non aver dato voce all’università finora”.

“Avete mai pensato che la soluzione potrebbe essere quella di abolire il valore legale dei titoli di studio – ha concluso Iachello – e che molti studenti preferiscono altri corsi di studio fuori perché meglio strutturati e più facili da conseguire?”.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Scuola&Università