Lotta alla dispersione scolastica meridionale, pubblicato il “Bando Educazione dei Giovani 2010”

E' stato pubblicato da pochi giorni, il «Bando Educazione dei Giovani 2010» finalizzato alla lotta contro la dispersione scolastica nel Mezzogiorno, e promosso dalla Fondazione per il Sud in collaborazione con Enel Cuore Onlus.

Vi sono a disposizione 5 milioni di euro, di cui 400 mila euro da Enel Cuore Onlus, ed è rivolto alle organizzazioni del Terzo Settore e di volontariato di alcuni territori del Mezzogiorno, dove il fenomeno della dispersione scolastica è più rilevante e sentito. In particolare, le aree individuate per la realizzazione degli interventi sono sei grandi comuni del Sud: Bari, Cagliari, Napoli, Palermo, Reggio Calabria tra i quali vi è anche Catania, e le province di Caserta, Crotone, Matera, Nuoro, Siracusa e Taranto (una per ciascuna delle sei regioni del Mezzogiorno) in cui si rileva un elevato tasso di abbandono scolastico.

Tale Bando, rappresenta un occasione per tutte quelle associazioni di volontariato meridionali attive nel territorio impegnate contro la dispersione scolastica, promuovendo iniziative a favore di soggetti che hanno abbandonato la scuola o rischiano di abbandonarla, con particolare attenzione alle fasi di passaggio da un grado all’altro del percorso educativo.
Che le regioni del Sud siano le più colpita da questo fenomeno si evince dalle rilevazioni effettuate dal Ministero della Pubblica Istruzione. Il numero di giovani che abbandonano prematuramente gli studi è ancora molto elevato. In particolare, nella fascia di età tra i 18 e i 24 anni, oltre il 20% dei giovani italiani posseggono la sola licenza media e non frequentano alcun corso di formazione a fronte di una media europea del 15,3%. Tale indicatore assume livelli di particolare rilevanza in Campania (28,8%), Sicilia (26%) e Puglia (23,9%).

Le proposte di progetto da parte delle associazioni dovranno essere presentate entro il 10 settembre 2010. Seguirà il processo di valutazione volto a selezionare quelle più capaci di generare valore sociale sul territorio. Le proposte dovranno integrare elementi chiave quali, tra gli altri: il coinvolgimento delle famiglie nelle attività educative e la promozione del valore della legalità.

Le risorse economiche per realizzare i progetti sociali sono pari a 5 milioni di euro di cui 4,6 milioni messi disposizione dalla Fondazione per il Sud e 400 mila euro da Enel Cuore a copertura delle spese strutturali e strumentali (ristrutturazioni, attrezzature, materiale scolastico, arredi e mezzi ausiliari) previste nei progetti che verranno finanziati. Maggiori informazioni si possono ottenere nel sito della fondazione http://www.fondazioneperilsud.it/home/

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Scuola&Università