SiciliaToday

Scuola, tra occupazioni e assemblee permanenti continua la protesta contro la riforma

Non si ferma la protesta degli studenti contro la riforma Gelmini e dopo la giornata di ieri, che ha visto la Camera approvare il ddl in un clima di assedio, oggi si registrano proteste in tutta Italia.

In Sicilia, circa cento studenti che protestano contro la riforma Gelmini dell'universita' hanno passato la notte a Palazzo delle Aquile, sede del Comune di Palermo, occupato ieri sera quando i dimostranti avevano fatto irruzione interrompendo una seduta del consiglio comunale. Solo stamattina, intorno alle 7, gli studenti universitari e delle scuole superiori hanno sospeso l’occupazione della sala del consiglio comunale

Interruzione anche da parte dell'Unione degli universitari di Palermo che ha disoccupato i locali della facoltà di ingegneria dopo una notte di occupazione, decisa in un'assemblea nel piazzale della facoltà, al culmine di una giornata di lotta contro il ddl 1905 a firma del mnistro Gelmini.

"Vogliamo garantire il diritto allo studio agli altri studenti. Questa è e continua a essere la priorità dell'Udu Palermo" Così gli studenti spiegano il motivo per cui interrompono l'occupazione.

"Riteniamo - continuano - che un'occupazione in questo momento (ad approvazione avvenuta) non sia utile a raggiungere l'obiettivo da tutti noi sperato: il ritiro del ddl Gelmini. Continuiamo con l'assemblea Permanente della facoltà d’ingegneria che si aggiornerà tutti i giorni, alle 13.00, in aula consiglio e discutere le modalità della protesta veso il giorno della definitiva approvazione del ddl al Senato"

Restano occupate, invece, le Facolta' di Scienze e di Lettere e una ventina di scuole. Nel pomeriggio il Coordinamento degli studenti medi e degli universitari delle due Facolta' terranno un'assemblea per decidere come proseguire la protesta. Studenti di Scienze e tecnologie chimiche di Catania hanno occupato la notte scorsa l'aula magna del dipartimento universitario, dove e' prevista un'assemblea di studenti, docenti e ricercatori, nell'ambito della protesta contro la riforma. Assemblee permanenti sono in corso anche nella facolta' di Scienze politiche e nel liceo classico Nicola Spedalieri.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Scuola&Università