El "Papu" Gomez (Calciocatania.com)

Calcio, Catania - Bologna: la presentazione del match

Doppio turno casalingo: seconda tappa
Un Catania in salute: sette punti in quattro partite; tre risultati utili di fil; sei gol fatti con sei giocatori tutti diversi(Ricchiuti, Mascara, Antenucci, Capuano, Silvestre e Maxi Lopez); terzo posto in classifica in coabitazione con Lazio e Cesena a -3 dalla capolista Inter; + 5 dalla zona retrocessione; il tutto supportato da una progressiva crescita della condizione fisica e del gioco espresso in campo. Numeri confortanti che esaltano il lavoro del tecnico Marco Giampaolo allontanando i prematuri allarmismi delle prime due gare. Ma piano, andiamo piano con la fantasia ed i voli pindarici: l’obiettivo primario è sempre il mantenimento della categoria. Il campionato, poi, è appena iniziato e le sensazioni che si traggono da queste prime partite sono controverse, con le “grandi” o presunte tali in affanno (Juventus, Roma, Fiorentina) e con le “ piccole” (Chievo, Brescia e Cesena) a far la parte del Leone. Campionato pazzo,in cerca ancora della quadratura. In questo scenario ecco il Catania di Giampaolo intento a sfruttare al meglio il doppio turno casalingo, provando a conquistare la terza vittoria consecutiva in casa in altrettante gare. Dopo Parma e Cesena ecco un’altra formazione dell’Emilia Romagna ed il proverbio “Non c’è due senza tre” calza a pennello. – 33 all’Alba:” Waka Catania, waka!”

Felsinei in salute
Nonostante il terremoto estivo che ha visto, alla vigilia dell’inizio del campionato, l’avvicendamento in panchina tra Franco Colomba ed Alberto Malesani, il Bologna con cinque punti in quattro giornate dimostra di essere una squadra rognosa e combattiva. A testimonianza del “carattere battagliero” dei felsinei emergono i due ultimi risultati positivi, colti contro Roma ed Udinese, entrambi in rimonta e nei minuti di recupero, sintomo della voglia di non mollare mai tipica delle squadre che devono salvarsi. Un Bologna trascinato, in queste prime giornate, dal “vecchio” Marco Di Vaio che, nonostante i suoi trentaquattro anni, riesce ad essere ancora prolifico e decisivo: tre le reti già siglate dall’ex laziale. Considerando la classifica tranquilla con le due squadre lontane dalla zona retrocessione è lecito aspettarsi una gara aperta a qualsiasi risultato.

Rendimento in casa del Catania
Etnei ancora a punteggio pieno nelle due prime gare disputate allo stadio “Angelo Massimino” in virtù delle due vittorie centrate contro Parma (2 a 1) e Cesena (2 a 0). Quattro le reti fatte ed una quella subita.

Rendimento in trasferta del Bologna
Nelle due gare sinora giocate lontano dal “Dall’Ara” il Bologna di Malesani, per uno strano gioco del calendario, ha affrontato la Lazio prima e la Roma poi allo stadio “Olimpico”, cogliendo un pareggio con i giallorossi (2 a 2) ed una sconfitta contro i biancocelesti (3 a 1). Tre le reti siglate, cinque quelle subite.

Precedenti in serie A
Le sfide tra etnei e felsinei disputate nella massima serie sono dieci e vedono prevalere di misura il Catania vittorioso in tre circostanze; cinque i pareggi; due le vittorie del Bologna. Tredici le reti segnate dai rossazzurri, dieci dai rossoblu. L’ultimo precedente tra rossazzurri e rossoblù risale allo scorso 6 gennaio: al “Massimino” il rigenerato Catania di Sinisa Mihajlovic supera il Bologna di Franco Colomba in virtù del prepotente colpo di testa di Nicolas Spolli a dieci minuti dallo scadere. Nel dettaglio i dieci precedenti:
1954/55: Catania – Bologna 2 – 2
1960/61: Catania – Bologna 1 – 0
1961/62: Catania – Bologna 1 – 1
1962/63: Catania – Bologna 1 – 1
1963/64: Catania – Bologna 1 – 3
1964/65: Catania – Bologna 4 – 0
1965/66: Catania – Bologna 1 – 1
1970/71: Catania – Bologna 0 – 0
2008/09: Catania – Bologna 1 – 2
2009/2010: Catania – Bologna 1 – 0

Tre dubbi per Giampaolo
Per il secondo match da disputare al “Massimino” in tre giorni ampia scelta per mister Marco Giampaolo, il quale dovrà rinunciare solo a Sciacca ed ai convalescenti Augustyn e Llama, con l’argentino impegnato nella formazione Primavera. Confermato il modulo 4-1-4-1 mascherato, che diventa 4-3-3 in fase offensiva, sono sostanzialmente tre i dubbi di formazione: in difesa Potenza od Alvarez sulla destra; a centrocampo Gomez od Izco ed uno tra Ledesma e Ricchiuti. L’ipotesi più accreditata vede la conferma della stessa formazione che ha superato il Cesena e, quindi, con Potenza, Gomez e Ledesma in campo dal primo minuto. Occhio, comunque, ad un possibile turnover. Ecco, in sostanza, l’undici etnei da opporre al Bologna: Andujar in porta; difesa a quattro con Potenza, od Alvarez, sulla corsia destra, Capuano sulla fascia sinistra, Silvestre e Spolli coppia centrale; Carboni da schermo davanti alla difesa; a centrocampo coppia centrale formata da Biagianti e da uno tra Ledesma e Ricchiuti, sugli esterni il Papu Gomez sulla destra (od Izco) e capitan Mascara sulla sinistra; in avanti Maxi Lopez unica punta.

Felsinei con tre punte
Sarà un Bologna a tre punte quello che presumibilmente dovrebbe schierare Alberto Malesani nel match del “Massimino” contro il Catania. Fuori causa tra gli emiliani Morleo, Pisanu, Buscé, Paponi, Ekdal, Della Rocca; in fortissimo dubbio anche centrocampista della “Celeste” Perez che, negli ultimi giorni, ha lavorato a parte. In preallarme, quindi, il centrocampista serbo Radovanovic . L’altro ballottaggio riguarda Meggiorini e Siligardi per il ruolo di terza punta, con l’ex barese in vantaggio. Detto questo l’undici rossoblù anti- Catania dovrebbe essere questo: l’azzurro Viviano in porta; difesa a quattro con Garics e Rubin esterni, l’ex messinese Portanova e Britos coppia centrale; mediana a tre con Mudingayi al centro, Casarini sulla sinistra e, come detto in precedenza, uno tra Radovanovic e Perz sul centrodestra; tridente offensivo composto da Gimenez, Meggiorini e Marco Di Vaio.

Probabili formazioni
CATANIA (4-1-4-1): Andujar; Potenza (Alvarez); Silvestre, Spolli, Capuano; Carboni; Gomez (Izco), Biagianti, Ledesma (Ricchiuti), Mascara; Maxi Lopez. A disp.: 30 Campagnolo, 22 Alvarez, 23 Terlizzi, 13 Izco, 19 Ricchiuti, 15 Morimoto, 9 Antenucci. All: Giampaolo

BOLOGNA (4-3-3): Viviano; Garics, Portanova, Britos, Rubin; Radovanovic (Perez), Mudingayi, Casarini; Meggiorini (Siligardi), Di Vaio, Gimenez. A disp.: 22 Lupatelli, 18 Moras, 16 Esposito, 5 Mutarelli, 15 Perez, 77 Siligardi, 10 Ramirez. All.: Malesani

ARBITRO: Gava di Conegliano Veneto.

INDISPONIBILI: Sciacca; Morleo, Pisanu, Buscé, Paponi, Ekdal, Della Rocca.

SQUALIFICATI: -

DIFFIDATI: -

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport