Pasquale Marino, avversario per 90' (Calciocatania.com)

Calcio, Catania - Parma: la presentazione del match

Panico e paura: solo per gli avversari
Dopo la sconfitta nella gara d’esordio contro il Chievo si sono levati al cielo i soliti commenti polemici e disfattisti: “La squadra non è stata rafforzata adeguatamente”…“ I giocatori non seguono l’allenatore”… “ Giampaolo farà la fine di Atzori” e così via.. Il consueto attacco di panico dettato dalla paura di ripetere il disastroso girone di andata dello scorso torneo che aveva spedito il Catania negli abissi della classifica. Niente panico, niente paura. È vero che non sempre le ciambelle riescono col buco (vedi la scorsa stagione) ma è anche vero che ci sono molte differenze rispetto al torneo passato: il Catania attuale è un gruppo coeso che deve solo assimilare al meglio i nuovi schemi del tecnico di Bellinzona; in attesa, poi, del recupero di pezzi importanti per il nuovo progetto tattico come Barrientos, Llama e Gomez. Contro il Parma dell’amato ex Pasquale Marino, nella gara d’esordio al “Massimino”, conta ottenere una vittoria in grado di volatilizzare i cattivi pensieri nati dopo la sconfitta del “Bentegodi”. Il panico e la paura, quidni, non devono appartenere ai colori rossazzurri, ma solo all’avversario di turno che si accinge a giocare nella bolgia del “Massimino”. – 40 all’Alba: “Waka Catania, waka!”

Parma atomico
Reduce da una brillante stagione conclusa al nono posto (ottimo per una neopromossa) il Parma ha trovato in Pasquale Marino il tecnico ideale per puntare a quel salto di qualità in grado di rinverdire i fasti degli anni 90. Infatti, le idee tattiche del tecnico marsalese si sposano al meglio con i progetti societari e con un ambiente, come quello emiliano, voglioso di rientrare nell’elite del calcio italiano. L’aver dato fiducia a giovani come Marques, Paloschi, Paletta, Candreva, l’azzurro Antonelli e soprattutto Giovinco danno a questo giovane Parma l’etichetta della possibile sorpresa del campionato. La vittoria all’esordio sul Brescia giunta grazie alle magie della “Formica Atomica” Giovinco, incredibilmente e misteriosamente mai considerato dalla Juventus, sono un biglietto da visita di tutto rispetto. Un Parma atomico, da non sottovalutare, che punta anche sul riscatto di “promesse” non mantenute come Bojinov e l’ex rosanero Zaccardo che in Emilia stanno ritrovando nuovo smalto.

Marino vs Catania
Pasquale Marino, tecnico legato a vita ai colori rossazzurri, nel corso della sua breve carriera da allenatore ha incontrato da avversario il Catania in nove occasioni, due delle quali in coppa Italia. Questo lo score: cinque vittorie per le squadre di Marino ( 1 sulla panchina dell’Arezzo, 4 su quella dell’Udinese) due per il Catania e due i pareggi.
Nel dettaglio:
Stagione 2004/2005 – Serie B
Arezzo – Catania 3 – 1
Catania – Arezzo 1 – 1

Stagione 2007/08 - Serie A
Catania – Udinese 2 – 0
Udinese – Catania 2 – 1

Stagione 2007/08 - Coppa Italia
Udinese – Catania 3 – 2
Catania – Udinese 2 – 1

Stagione 2008/09 – Serie A
Catania – Udinese 0 – 2
Udinese – Catania 1 – 1

Stagione 2009/2010 – Serie A
Udinese – Catania 4 – 2

Precedenti in serie A
Gli incontri in serie A tra rossazzurri e gialloblù allo stadio “Angelo Massimino” sono tre e vedono una prevalere la formazione etnea: due vittorie ed un pareggio. Inoltre, i ducali non hanno mai segnato in casa degli etnei; cinque, invece, le reti subite. L’ultimo precedente tra Catania e Parma risale allo scorso 23 gennaio: prepotente e netto 3 a 0 rossazzurro firmato dalle reti di Mascara, Martinez e Morimoto. Nel dettaglio i tre precedenti:
2006/2007: Catania – Parma 2 – 0 (Spinesi e Caserta)
2007/2008: Catania – Parma 0 – 0
2009/2010: Catania – Parma 3 – 0 (Mascara, Martinez, Morimoto)

Biagianti al rientro
Per l’esordio stagionale allo stadio “Angelo Massimino” il tecnico degli etnei Marco Giampaolo avrà a disposizione quasi tutta la rosa, eccezion fatta per gli indisponibili Augustyn, Sciacca e Llama; al rientro, dopo il turno di squalifica, Marco Biagianti perno del centrocampo rossazzurro. Contro il Parma confermato il modulo 4-3-1-2 ma, rispetto alla gara contro i clivensi, con una pedina diversa: Biagianti per Carboni. Ecco, quindi, l’undici rossazzurro che dovrebbe scendere in campo dal primo minuto: Andujar in porta; difesa a quattro con Alvarez e Capuano esterni, Silvestre e Terlizzi centrali; centrocampo a tre con Izco, Biagianti e Ledesma; Ricchiuti trequartista; coppia offensiva formata da Maxi Lopez e Mascara.

Fantasia al potere
Ad eccezione degli indisponibili Paloschi e Galloppa il tecnico parmense Pasquale Marino avrà a disposizione l’intera rosa, compresi i nuovi Candreva ed Angelo regolarmente convocati. Confermato il classico modulo 4-3-3 che dai tempi di Catania, passando per Udine, ha portato diverse soddisfazioni al mister marsalese. Questo il possibile undici ducale: Mirante tra i legni; linea difensiva composta da Zaccardo, Paci, Alessandro Lucarelli e Antonelli; centrocampo a tre con Valiani, capitan Morrone e Gobbi; tridente offensivo tutto fantasia con Giovinco, Bojinov e Marques. Solo panchina per l’ex juventino Candreva.

Probabili formazioni
CATANIA (4-3-1-2): Andujar; Alvarez, Silvestre, Terlizzi, Capuano; Izco, Biagianti, Ledesma; Ricchiuti; Maxi Lopez, Mascara. A disp.: 1 Kosicky, 2 Potenza, 3 Spolli, 4 Delvecchio, 5 Carboni, 9 Antenucci, 15 Morimoto. All: Giampaolo

PARMA (4-3-3): Mirante; Zaccardo, Paci, A. Lucarelli, Antonelli; Valiani, Morrone, Gobbi; Giovinco, Bojinov, Marques. A disp: Pavarini, Paletta, Dellafiore, Dzemaili, Candreva, Pisano, Crespo. All: Marino

ARBITRO: Tommasi di Bassano del Grappa

SQUALIFICATI: -

INDISPONIBILI: Llama, Augustyn, Sciacca; Paloschi e Galloppa.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport