Maxi Lopez, è tempo di segnare... (Siciliatoday.net)

Calcio, Catania - Udinese: la presentazione del match

Sbloccarsi senza pensare al Derby
Reduce dallo scialbo pareggio di Marassi il Catania di Marco Giampaolo riceve al “Massimino”, nel secondo turno infrasettimanale della stagione, l’Udinese dell’ex rosanero Francesco Guidolin con l’imperativo della vittoria. Un discorso, quello con i tre punti, interrotto ormai da ben sei partite. Infatti, gli etnei non vincono un match di campionato dallo scorso 22 settembre: 2 a 0 al Cesena proprio nel primo turno infrasettimanale stagionale. Chissà che non porti nuovamente fortuna agli etnei? Cabala a parte, il momento del Catania è mediamente positivo: due punti nelle ultime due gare, tre punti di vantaggio sulla zona retrocessione, seconda difesa del torneo (insieme a Lazio e Samp) con otto reti subite dietro solo all’Inter (5 reti appena). Difesa ottima a discapito di un attacco sterile che con otto reti (insieme al Cagliari) è il quartultimo della serie A davanti solo a Lecce, Cesena (entrambe a sette) e Parma (sei reti realizzate). Inoltre, gli etnei nelle ultime tre gare sono andati sempre in bianco: coperta troppo corta. Con l’Udinese occorre solo VINCERE! Senza pensare all’incombente Derby di Palermo perché la formazione friulana, seppur priva dell’uomo simbolo Di Natale, è una squadra ostica ed in salute. – 29 all’Alba: “Waka Catania, waka!”

Friulani in salute
Dopo una partenza disastrosa con quattro sconfitte nelle prime quattro giornate la formazione bianconera, allenata dall’ex rosanero Francesco Guidolin, ha “infilato” una striscia positiva di sei risultati utili consecutivi: due pareggi intervallati da quattro vittorie di fila. Un exploit di tutto rispetto che ha ribaltato la deficitaria classifica dei friulani, proiettandoli dall’ultimo all’ottavo posto, in compagnia di Chievo e Palermo, ad un punto dalla “zona Europa”. Inoltre, l’Udinese nelle ultime tre trasferte ha raccolto ben sette punti in virtù del pareggio contro la Sampdoria ed alle vittorie di Brescia e Bari, segnando appena tre reti e senza subirne alcuna. Il pareggio interno col Cagliari, colto nella precedente gara di campionato, ha si interrotto la striscia di vittorie consecutive ma non il momento positivo di una squadra ampiamente in salute e che giunge al “Massimino” senza nulla da perdere.

Rendimento in casa del Catania
Nove punti in cinque gare: è questa la media rossazzurra delle partite disputate allo stadio “Massimino” nel corso di questo campionato. Punti giunti in virtù delle vittorie su Parma (2 – 1) e Cesena (2 – 0) più i pareggi con Bologna (1 – 1), Napoli (1 – 1) e Fiorentina (0 – 0). Sei le reti realizzate, tre quelle subite.

Rendimento in trasferta dell’Udinese
Nel corso di questo campionato la formazione friulana ha totalizzato sette punti (consecutivi) in cinque trasferte grazie alle vittorie su Bari (2 – 0) e Brescia (1 – 0) sommato al pareggio con la Sampdoria (0 – 0). Due le sconfitte: contro l’Inter (2 – 1) ed il Bologna (2 – 1). Cinque i gol fatti, quattro quelli subiti.

Precedenti in serie A
Il bilancio delle sfide giocate al “Massimino” tra etnei e friulani sorride decisamente ai padroni di casa che con sei vittorie su nove gare la fanno da padrone sui bianconeri vittoriosi a Catania in due sole circostanze e sempre per 2 a 0. L’unico pareggio tra le due compagini risale alla scorsa stagione: 1 a 1 in virtù delle reti di Floro Flores e Biagianti. Diciassette le reti rossazzurre, sette quelle bianconere. Nel dettaglio i nove precedenti tra le due squadre

1954/55: Catania – Udinese 5 – 0
1960/61: Catania – Udinese 3 – 0
1961/62: Catania – Udinese 2 – 0
1962/63: Catania – Udinese 3 – 2
1983/84: Catania – Udinese 0 – 2
2006/07: Catania – Udinese 1 – 0
2007/08: Catania – Udinese 2 – 0
2008/09: Catania – Udinese 0 – 2
2009/10: Catania – Udinese 1 – 1

Difensori contati per Giampaolo
Ancora problemi in difesa per il tecnico etneo Marco Giampaolo. Oltre agli infortunati Spolli e Capuano, il mister di Bellinzona dovrà rinunciare forzatamente anche ad Alex Potenza, appiedato per un turno dal giudice sportivo. Indisponibili anche Augustyn e Pesce; recuperati Biagianti e Terlizzi. Contro l’Udinese, possibile uno schieramento “leggermente” più offensivo con l’accantonamento del 4-1-4-1 in favore del “vecchio” e “caro” 4-3-3, un modulo che ha fatto le fortune degli etnei negli ultimi anni. In sostanza, l’undici titolare dovrebbe essere questo: Andujar tra i legni; difesa inedita con Alvarez a destra, Silvestre e Bellusci al centro, Marchese sulla corsia sinistra; centrocampo a tre con Izco, Biagianti e Ledesma; in avanti Mascara e Gomez a sostegno di Maxi Lopez.

Guidolin senza capitan Di Natale
Per la sfida del “Massimino” il tecnico friulano Francesco Guidolin non potrà contare sulle prestazioni dello squalificato (ed anche infortunato) Zapata, degli infortunati di lungo corso Basta e Ferronetti ed, infine, di capitan Di Natale bloccato da un problema al polpaccio. In difesa, quindi, spazio a Coda; mentre a centrocampo dovrebbero trovare spazio Abdi, a discapito di Asamoah, ed Armero. Detto questo, l’undici bianconero, schierato col modulo 3-5-2, dovrebbe essere questo: Handanovic in porta; difesa a tre con Benatia, Coda e Domizzi; centrocampo folto con Isla, Inler, Abdi, Pinzi e Armero; tandem offensivo composto da Floro Flores e Sanchez.

Probabili formazioni
CATANIA (4-3-3): Andujar; Alvarez, Silvestre, Bellusci, Marchese; Izco, Biagianti, Ledesma, Mascara, Gomez, Maxi Lopez. A disp.: 30 Campagnolo, 20 Martinho, 23 Terlizzi, 5 Carboni, 19 Ricchiuti, 16 Llama, 9 Antenucci. All: Giampaolo.

UDINESE (3-5-2): Handanovic; Benatia, Coda, Domizzi; Isla, Inler, Abdi (Asamoah), Pinzi, Armero, Sanchez, Floro Flores. A disp.: 6 Belardi, 45 Angella, 26 Pasquale, 19 Badu, 20 Asamoah, 9 Corradi, 16 Denis. All: Guidolin

ARBITRO: De Marco di Chiavari; De Luca / Liberti - Velotto.

INDISPONIBILI: Spolli, Capuano, Pesce ed Augustyn; Basta, Di Natale e Ferronetti.

SQUALIFICATI: Potenza; Zapata.

DIFFIDATI: Pinzi.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport