Capitan Mascara, già due volte a segno al "Barbera".. (Siciliatoday.net)

Calcio, Palermo - Catania: la presentazione del match

DERBY DI SICILIA

Che derby sarà?
Palermo e Catania giungono al derby numero tredici in serie A, il settimo al “Barbera”, con gli stessi punti in classifica : 14. Una posizione di classifica uguale, ma figlia di cammini e modi di interpretare il calcio diversi: il Palermo con 17 reti all’attivo vanta il quarto miglior attacco del torneo; il Catania con appena 9 reti ha uno degli attacchi meno prolifici della serie A. Se l’attacco sorride la difesa piange e viceversa: 16 reti subite dai rosanero (meglio solo delle due pugliesi Bari e Lecce) contro le sole 8 reti subite dai rossazzurri che ne fanno la seconda miglior difesa del torneo dietro solo all’Inter (6 reti al passivo). Palermo spettacolo che gioca e lascia giocare; Catania cinico e che non lascia esprimere al meglio gli avversari: i numeri sembrano dire questo. Che derby bisogna attendersi ? Tattico e noioso od avvolgente e spettacolare? Di certo sarà colorato, sugli spalti, sia di rosanero che di rossazzurro: un spot per il calcio bello ed esemplare da esportare oltre i confini della nostra isola.

Rosanero inferociti
Acque agitate in casa Palermo. La sconfitta in casa del Milan, giunta “grazie” anche ad alcuni svarioni arbitrali, ha fatto “sbottare” il presidente rosanero Maurizio Zamparini, pronto a vendere la società di Viale del Fante al miglior acquirente. Sarà vero, oppure si tratta dell’ennesima provocazione del Zampa? In solidarietà al presidente a Palermo e dintorni si vocifera che i tifosi che assieperanno gli spalti del “Barbera” potrebbero “salutare” l’ingresso delle due formazioni con la “panolada” : la tipica protesta con i fazzolettini bianchi in voga in Spagna. Il momento dei rosanero in campionato non è proprio dei migliori: tre sconfitte e una vittoria nelle ultime quattro giornate; alle quali bisogna sommare le due sconfitte in Europa League contro i russi del Cska. Risultati negativi che hanno reso sempre più traballante la posizione del tecnico Delio Rossi. Esattamente come un anno fa lo spettro di un nuovo esonero post- derby incombe minaccioso sulla panchina rosanero: in caso di non vittoria il “buon” Rossi farà la stessa fine del guascone Zenga?

Incerottati ma con la carica dei 300
La sofferta vittoria colta contro l’Udinese ha portato una ventata di ottimismo e tranquillità all’interno dello spogliatoio etneo, annullando di colpo gli assilli per una vittoria che non arrivava da tempo e per una classifica, sempre cortissima, ma che adesso vede sotto i rossazzurri una decina di squadre. La difesa, come detto in precedenza, regge alla grande nonostante le molteplici defezioni che continuano a perseguitarla (vedi gli infortuni di Spolli, Capuano e Bellusci); l’attacco segna col contagocce, ma con i friulani si è risvegliato Maxi Lopez : buone premesse per il derby nonostante i “cerotti” . Bissare l’epico 0 a 4 dell’uno marzo 2009 è forse impossibile, ma combattere con lo stesso ardore e passione degli ultimi derby sarebbe il regalo più grande che i giocatori etnei potrebbero donare ai trecento tifosi rossazzurri che popoleranno il settore ospiti del “Barbera”. – 26 all’Alba: “Waka Catania, waka!”

Rendimento in casa dell’U.s. Città di Palermo 1987
Il cammino della formazione rosanero al “Renzo Barbera”, nell’attuale campionato, è piuttosto equilibrato con due vittorie (4 – 1 al Bologna, 1 – 0 al Genoa), due pareggi (0-0 col Cagliari, 2 – 2 con il Lecce) ed altrettante sconfitte (1 – 2 dall’Inter, 0 – 1 dalla Lazio). Otto le reti segnate, sei quelle subite.

Rendimento in trasferta del Calcio Catania 1946
Nel corso di questo torneo gli etnei hanno raccolto in trasferta solo due punti in virtù dei pareggi col Milan (1 – 1) e con la Sampdoria (0 – 0). Tre, invece, le sconfitte: 2 a 1 a Verona contro il Chievo, 1 a 0 dal Lecce e dal Genoa. Due le reti segnate, cinque quelle subite. L’ultima vittoria esterna del Catania risale 7 febbraio 2010: 1 a 0 alla Lazio. Da quel match cinque sconfitte e sei pareggi.

Precedenti in serie A
Il Derby di Sicilia che si disputerà domenica pomeriggio allo stadio “Renzo Barbera” sarà il numero sette giocato in casa dei rosanero. Il bilancio in serie A, dei sei precedenti vede un sostanziale equilibrio: tre pareggi; due vittorie per il Palermo; una vittoria per il Catania, il memorabile 4 a 0 del primo marzo 2009. Sette le reti rosanero, otto quelle rossazzurre. L’ultimo precedente tra le due formazioni risale allo scorso 22 novembre: vantaggio rosanero con Migliaccio in avvio di match; pareggio etneo con Martinez nella ripresa. Nel dettaglio i sei precedenti tra le due squadre:

1961/62: Palermo – Catania 0 – 0
1962/63: Palermo – Catania 0 – 0
2006/07: Palermo – Catania 5 – 3
2007/08: Palermo – Catania 1 – 0
2008/09: Palermo – Catania 0 – 4
2009/10: Palermo – Catania 1 – 1

Rossi recupera Pastore e Pinilla
Buone notizie per il tecnico Delio Rossi in vista del derby col Catania: recuperati in extremis sia Pastore che Pinilla, anche se appare difficile un loro impiego dal primo minuto di gioco; recuperato anche Liverani. Due i sicuri assenti: lo squalificato di lungo corso Carrozzieri e l’infortunato Hernandez. Per quanto riguarda il modulo di gioco due le possibili soluzioni, entrambe legate all’utilizzo di Javier Pastore: 4-3-2-1 se il “Flaco” dovesse scendere in campo dall’inizio; 4-3-1-2 senza l’argentino e con l’inserimento di Maccarone. Proprio quest’ultimo dovrebbe essere il modulo prescelto con: Sirigu in porta; difesa a quattro con Cassani e Balzaretti sugli esterni, Muñoz e Bovo coppia centrale; centrocampo a tre con lo sloveno Bacinovic a fare da playmaker, Nocerino e Migliaccio a supporto; Ilicic sulla trequarti; tandem offensivo composto dai “piccoletti” Maccarone e Miccoli.

Convocati
Portieri: Benussi, Brichetto, Sirigu.
Difensori: Balzaretti, Bovo, Cassani, Darmian, Garcia, Goian, Glik, Munoz.
Centrocampisti: Bacinovic, Ilicic, Kasami, Joao Pedro, Liverani, Migliaccio, Nocerino, Pastore, Rigoni.
Attaccanti: Hernandez, Maccarone, Miccoli, Pinilla.

Infermeria etnea piena
Per il sentito derby del “Renzo Barbera” il tecnico etneo Marco Giampaolo dovrà far fronte, come accaduto nelle ultime giornate, a diverse defezioni che limitano le scelte soprattutto nel reparto difensivo ed in mediana. Sette gli indisponibili: oltre allo squalificato Ledesma, saranno out anche i difensori Augustyn, Spolli, Capuano, Bellusci ed i centrocampisti Pesce e Carboni. Riguardo al modulo, possibile il ritorno al coperto 4-1-4-1 con l’inserimento di Delvecchio dal primo minuto; da non escludere l’impiego di Ricchiuti in un ipotetico 4-3-3 in “stile Mihajlovic” con Mascara e Gomez esterni d’attacco. In linea di massima, però, l’undici rossazzurro da opporre al Palermo dovrebbe essere questo: l’ex Andujar tra i legni; difesa a quattro con il rientrante Potenza sulla destra, Silvestre e Terlizzi (altro ex rosanero) al centro, Alvarez dirottato sulla sinistra; Biagianti da schermo davanti alla difesa; Gomez, Izco, Delvecchio e l’ex Mascara in mediana; Maxi Lopez unica punta.

Convocati
Portieri: 21 Andujar, 30 Campagnolo;
Difensori: 22 Alvarez, 12 Marchese, 2 Potenza, 6 Silvestre, 23 Terlizzi;
Centrocampisti: 10 Barrientos, 27 Biagianti, 4 Delvecchio, 17 Gomez, 13 Izco, 16 Llama, 20 Martinho, 19 Ricchiuti, 26 Sciacca;
Attaccanti: 9 Antenucci, 7 Mascara, 11 Maxi Lopez, 15 Morimoto

Probabili formazioni
PALERMO (4-3-1-2): Sirigu; Cassani, Muñoz, Bovo, Balzaretti; Migliaccio, Bacinovic, Nocerino; Ilicic, Maccarone (Pastore); Miccoli. A disp.: 99 Benussi, 36 Darmian, 3 Goian, 24 Rigoni, 4 Kasami, 51 Pinilla, 27 Pastore. All: Rossi.

CATANIA (4-1-4-1): Andujar; Potenza, Silvestre, Terlizzi, Alvarez; Biagianti; Gomez, Izco, Delvecchio, Mascara; Maxi Lopez. A disp.: 30 Campagnolo, 12 Marchese, 16 Llama, 19 Ricchiuti, 20 Martinho, 15 Morimoto, 9 Antenucci. All: Giampaolo.

ARBITRO: Valeri di Roma; Faverani /Stefani - Damato.

INDISPONIBILI: Hernandez; Spolli, Capuano, Bellusci, Carboni, Augustyn e Pesce.

SQUALIFICATI: Carrozzieri (fino al 4 aprile 2011); Ledesma (1).

DIFFIDATI: Cassani.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Sport