Be stupid, la risposta agli interrogativi dei giovani

Siamo tutti un po’stupidi. E menomale. Da oggi la stupidità è infatti la vera intelligenza. Ma attenzione, per una volta parliamo della stupidità che non deve nascondersi, che cammina a testa alta per di più orgogliosa del suo essere.

Be stupid, tolto ogni dubbio: il dado è tratto. Renzo Rosso, patron dell'azienda di abbigliamento Diesel, osanna la stupidità e risponde agli interrogativi dei giovani.

LA NUOVA CAMPAGNA DIESEL
Aggiornatissima, vincente, libera: è la campagna pubblicitaria del marchio Diesel, con la quale Renzo Rosso ha creato un vero e proprio movimento, quello di chi aderisce alla sua filosofia: la più stupida che sia mai esistita, che punta sull'economia dell'essere, perchè nemmeno la stupidità è da buttare.

BE STUPID. LA RISPOSTA AI GIOVANI
Diesel risponde all'interrogativo dei giovani su quale sia l’arma vincente nella vita, nella carriera, sul metodo giusto per farsi valere, e trovare spazio all’interno del mondo. Stupidi o astuti? Onesti o disonesti? Impulsivi o programmatori? Se nessuno mira alla stupidità o vuole essere stupido, di certo almeno una volta nella vita, da solo chiuso nella propria stanza, ognuno di noi si è sentito tale, confezionando la domanda. E insensato, probabilmente, lo è stato e lo è ancora.

La novità è che non occorre più nasconderlo e non occorre più chiedersi se l'insensato sia perdente. La Diesel infatti ce ne fornisce la prova: gli accessi al suo sito con la campagna Be stupid decollano, raddoppiano: dai 30 mila di media passano a 60mila al giorno. Migliaia di mail, 340mila fan sulla pagina di Facebook. E tanto clamore. Un movimento che raggiungerà anche la Casa Blanca, dove verrà posta una gigantografia dell'immagine pubblicitaria.

LA STUPIDITA'NELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA. GLI SLOGAN
E’ una stupidità vera quella di Diesel, quella che parte dal cuore senza alcun filtro di furbizia o di intelligenza. ‘Gli intelligenti possono avere cervello, ma gli stupidi hanno le palle'. Con i suoi slogan, Rosso sfata il mito dell’intelligenza, per creare l’eroe dei giorni nostri: quello che 'usa il cuore al posto del cervello - così come lo stesso Rosso dice - quello che osa, che ha coraggio, che crede nel nuovo anche se pericoloso. E' un elogio alla creatività vera'.

Una vera trovata pubblicitaria, quella stupida, perchè parla di ognuno di noi e vuole dare spazio a ogni nostro pensiero, a ogni nostra idea, alla nostra vera storia. 'Gli intelligenti hanno dei piani, ma gli stupidi hanno delle storie. Gli intelligenti hanno una buona idea e quell’idea è stupida'

Così Diesel cambia tutte le carte in tavola, giocando a nascondere il vero asso: la sua genialità, totalmente stupida.

Con stupidità infrange tutte le regole, quelle della cosa che non va fatta così e così, quella dell’esatto posizionamento del giusto o sbagliato, per conquistare la libertà tramite la spontaneità. La campagna pubblicitaria descrive infatti il percorso della sua stessa creazione: un rischio da stupidi. Non poche le critiche che giungono a Rosso ma ‘Non è intelligente prendere dei rischi, prendere dei rischi è stupido’. Un rischio è stato infatti parlare in maniera così diretta di stupidità. “Quando dici stupido – dice lo stesso Rosso - rischi di essere frainteso, non è una frase elegante, ma la pubblicità è così: deve spiazzare”

NON C'E' NIENTE DI STUPIDO NELL'ESSERE STUPIDO
Rosso esorta alla libertà di gridare al vento il pensiero inutile, qualunque sia, perchè parte dal cuore

Dopo tutto, Diesel è stato stupido abbastanza da pensare di vendere jeans nuovi che sembravano già usati, e per stupido è stato preso chi li ha indossati. E se non siete ottusi, provate a diventarlo entrando nel sito, dove in home c'è da stupidire perchè se qualcuno vi dice "Non fare lo stupido”, quello che vuole dire davvero è: “Non divertirti. Non osare. Non provocare. Seppellisci il tuo senso dell’umorismo. Fai il serio. Non ti fare notare".

Dovete fare i seri? Raggiunto l'obiettivo, vuol dire che siete abbastanza stupidi per poter vincere.



blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Stile&Tendenze