(Flickr.com)

Parkour: arte dello spostamento metropolitano

Il parkour, “l’arte dello spostamento” è una disciplina metropolitana nata agli inizi degli anni ottanta dalle idee del militare francese Georges Hébert.

E’ un percorso di preparazione sia fisico che mentale in grado di far muovere l'atleta con sicurezza nell'ambiente urbano superando le barriere naturali o artificiali che si trovano lungo la sua strada (pareti, scalinate ecc).

Una sfida con se stessi, oltrepassare i propri limiti aumentando la consapevolezza nei propri mezzi, il tutto a mani nude senza nessun aiuto se non quello dell'agilità e del coraggio.

David Belle circa quindici anni fa con Sebastien per gioco cominciarono a praticare a Lisse (un borgo di Parigi) le tecniche apprese giocando da bambini nei boschi della campagna francese dando vita a numerose crew di allievi, intenti a perseguire gli ideali di libertà, agilità e precisione per oltrepassare ogni barriera.

Diffuso da un po’ di anni in ogni parte del mondo, il parkour è inoltre un linguaggio di comunicazione, la capacità di riuscire a trasformare i blocchi mentali di ogni persona in un ostacolo fisico e superarlo in modo da vedere la realtà con occhi diversi, lo spirito di questa disciplina si può riassumere in una frase di Laohu “Se basta camminare farò quattro passi e se serve correre cercherò di non fermarmi; davanti ad ogni ostacolo dovrò impegnarmi a vederlo come un altro appoggio per andare avanti” (Il mio Limite).


blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Stile&Tendenze