Moda gonna e camicetta, stile pudico, strategica soluzione

Coda di cavallo, capelli lisci come spaghetti, trucco leggero ma presente, camicetta in seta, magari abbottonata fino all’ultimo bottone e infine gonna plissettata. E’ la primavera dei petali, delle margherite e dei boccioli..
Niente fuori posto. La moda propone la rinascita della donna ingenua che ama farsi amare e ama incuriosire. Quanto ai colori, sono quelli del silenzio della notte e soprattutto del candore delle sue avvolgenti lenzuola.
Se non volete esagerare con la castità del rosa o ritenete insignificanti i colori del cemento, adattatevi al panna e concedetevi al massimo il blu notte. In tinta unita o insieme, perché la donna che siete diventate è la donna casa e chiesa, per non dire collegio.

La raffinatezza e la classe della discrezione e del non dir nulla di sé mostra, ancora una volta, di saper mirare al bersaglio.

Il ritorno della donna romantica e timida sembra scagliarsi contro le nudità e l’esibizionismo degli anni 2000. E’ l’uomo che lo richiede. Per tornare all’old style e ricordare all’uomo che ognuno rimane ai propri posti: femminucce con femminucce e maschietti con maschietti.

Dopo il mito dell’uomo “palestrato”e viziato e l’invadenza della donna padrone, l’uomo dimentica di essere maschio e diventa oggetto del desiderio. E’ un equivoco sull’emancipazione, cui la moda trova una risposta forte ma centrata, diretta e senza mezzi termini.
E’ Bottega Veneta, per esempio, che propone così le sue vesti semplici e silenziose, con i colori eterei del riso e del burro e le stoffe avvolgenti e soft, quasi da morale della favola.

Una moda primaverile controllata e semplice, un po’pudica. Pieghe e ruches aggiungono morbidezza ed innocenza alle superfici piane, per non scambiare il rigore del tailleur e delle gonne a tubino, da donne in carriera, con la correttezza e la dolcezza tutta al femminile.

Per favorire l’uomo e disinibirlo nell’approccio, firmandone il senso del rispetto e il romanticismo, la donna si mostra così altruista e si rimette al suo posto, cedendo il primo passo a chi tocca per natura. Cede il pantalone di cui si era appropriata. Una Sandy di Grease che rinuncia pure ai colori accesi pur di farsi corteggiare e fare innamorare.

Un’apparenza tutta sinuosa necessita però della freccia insinuosa per far sbloccare il timido uomo, che se troppo sicuro di sé rischia di esagerare e erra pensando di sfruttare l’occasione per un’ingenuità tutta apparente.

Non rinunciate allora al tocco stravagante che però sia uno e uno solo. Un colpo d’occhio per non rischiare di passare inosservate ai più distratti e che dia un'apparente e svelatrice incongruenza rispetto a ciò che si pensa di voi, per non dare troppe certezze e sicurezze a chi, se disinibito, potrebbe esagerare. Un rossetto rosso in mezzo al candido viso, un tacco da capogiro o un occhiale disarmante o addirittura un gioiello egiziano al pollice destro che serva a non far prendere il dito…con tutta la mano.

E per quelle donne che non riescono a rinunciare al potere, un orologio al polso, tutto al maschile, che serva da avvertimento a coloro che al posto della mano prendono addirittura il braccio, per passare da Grease a Sotto il vestito niente, un niente consigliato e imprevedibile.

Per il resto, siamo costrette a tornare ai nostri posti poichè, risaputamene, guai a mettersi contronatura perché la natura comanda e dice che la donna è donna e l’uomo è uomo… e la natura è donna.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Stile&Tendenze