La "gavetta" dei giornalisti famosi

Gli “inizi” della carriera di alcuni dei principali giornalisti del panorama dell’informazione italiano ed internazionale. Cosa facevano quando ancora non erano famosi? Quali i loro sogni, le difficoltà incontrate, i successi ottenuti in un mondo tanto affascinante quanto selettivo e di difficile lettura?

Mariano Sabatini nel libro “Ci metto la firma”, pubblicato da Aliberti Editore (www.aliberti.it), propone sessanta interessanti interviste a brillanti giornalisti che raccontano, con schiettezza ed onestà, la loro gavetta.

Ed ecco quindi passare in rapida rassegna le risposte di operatori dell’industria delle notizie del calibro di Mario Giordano, Alfonso Signorini, Vittorio Feltri, Adele Cambria, Maria Giovanna Maglie, Maria Cuffaro, Sandro Ruotolo, Pietro Calabrese, Gigi Vesigna, Renato Farina, Lucio Caracciolo, Riccardo Barenghi, Daniele Mastrogiacomo, Claudio Sabelli Fioretti, Giovanna Botteri, Vittorio Zucconi, Lina Sotis, Aldo Cazzullo, Toni Capuozzo, Gianni Mura, Ennio Remondino, Maurizio Mannoni, Sandro Piccinini, Massimo Gramellini, Antonello Piroso, e le guest star del giornalismo internazionale Barbara Serra, Marcelle Padovani, Manuela Dviri.

“Succulente” interviste plurime in cui i protagonisti dei giornali e delle televisioni “regalano” anche utili e preziose dritte a tutti coloro che intendano introdursi nell’universo giornalismo, fornendo consigli e suggerimenti circa le doti che deve possedere un buon giornalista, gli errori da evitare, come si realizza l’intervista perfetta, come si scrive un attacco irresistibile, quali sono i testi da leggere ed i modelli da seguire.

Un vero e proprio vademecum per i futuri giornalisti, ma non solo, che grazie all’esperienza “sul campo” di coloro che “ci sono riusciti” aiuta a comprendere meglio meccanismi e processi che sovrintendono alla gestione e divulgazione delle news.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Tecnologia & Media