Ambiente, Gelardi: "Disegno di legge per soppressione della CPTA"

PALERMO - "Non siamo impreparati di fronte alla decisione del TAR di Palermo che ha condannato la Regione Siciliana al risarcimento del danno causato dai ritardi nel rilasciare l'autorizzazione alle emissioni in atmosfera alla New Energy di Ragusa" . Lo dichiara Sergio Gelardi, Dirigente Generale del Dipartimento Ambiente, che ha voluto precisare che la sentenza di primo grado dell'ottobre del 2009, ha condannato la Regione a risarcire circa 2 milioni di euro, e non gia' i 20 milioni chiesti dall'azienda, e che gli effetti di questa sentenza sono stati sospesi, su istanza dell'Assessorato regionale al Territorio, dal Consiglio di Giustizia Amministrativa.

"Abbiamo appellato la sentenza, - continua Gelardi: - nella quale abbiamo ravvisato alcuni profili critici, e attendiamo la decisione di merito del CGA. Nel frattempo, dopo un ritardo di diversi anni, la Commissione Provinciale per la Tutela dell'Ambiente di Ragusa ha dato il suo parere dietro mia precisa richiesta e il Dipartimento ha potuto emanare il suo provvedimento, con il quale l'autorizzazione e' stata rilasciata.

In ogni caso, - prosegue Gelardi - ritardi e situazioni di stallo nel rilascio delle autorizzazioni dovute non sono accettabili e l'esistenza di una norma del 1977 che porta ancora oggi a subordinare le procedure autorizzative al parere di un organo periferico, le CPTA appunto, e' un elemento frenante che va rimosso. Su questo argomento ho ricevuto precisi indirizzi dal Presidente Lombardo e dall'Assessore Di Mauro e abbiamo predisposto un disegno di legge, che va considerato prioritario, per la soppressione delle CPTA. Non vi e' dubbio - conclude Gelardi - che attendiamo l'esito dell'appello che abbiamo presentato al CGA e che confidiamo che esso ci sara' favorevole.

Ma nella malaugurata ipotesi di una nostra soccombenza davanti al Giudice del riesame, il danno dei ritardi causati non potra' essere sopportato dalla Regione e ci rivarremo in tutte le sedi di fronte ai funzionari che hanno cagionato il danno patrimoniale. E, per questo stesso motivo, abbiamo gia' attivato la procedura per la sospensione, in via cautelativa, delle funzioni in atto svolte dalla CPTA di Ragusa".

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo