Ambiente, approvati i piani di gestione dei siti natura 2000

PALERMO – Il Dipartimento Territorio ed Ambiente ha approvato e pubblicato l'elenco dei Piani di Gestione della Rete Natura 2000. Si tratta di 44 Piani per altrettanti siti: Lago di Pergusa, Monti Madonie, Invasi artificiali (Ogliastro), Rupe di Marianopoli e Lago Sfondato, Invasi artificiali (Pozzillo), Monti Nebrodi, Invasi artificiali (Piana degli albanesi), Isola di Ustica, Complessi gessosi (Ciminna), Monti di Trapani, Promontori del palermitano e Isola delle Femmine, Isole Pelagie, Vallata del Fiume Ippari (pineta di Vittoria), Monte Chiapparo, Residui dunali della Sicilia sud orientale, Macalube di Aragona, Complessi gessosi (S. Ninfa), Monti di Palermo e Valle del Fiume Oreto, Isola di Pantelleria, Zona montano-costiera palermitano, Residui boschivi e zone umide dell’ennese palermitano, Sciare e zone umide di Mazara e Marsala, Cala Rossa e Capo Rama, Foce del Magazzolo, foce del Platani, Capo Bianco, Torre Salsa, Complesso calanchivo di Castellana Sicula, Fiume Alcantara, Paludi di Capo Feto e Margi Spanò, Sistema dunale Capo Granitola, Porto Palo e Foce del Belice, Complessi gessosi (Entella), Complessi gessosi (Monte Conca), Monte Sambughetti, M. Campanito, Timpa di Acireale, Vallone Rossomanno e boschi di Piazza Armerina, Monti Iblei, Monti Sicani, Monti Peloritani, Isole Eolie, Monte Etna, Bosco di Santo Pietro e sughereta di Niscemi, Capo Milazzo, Pantani della Sicilia sud orientale, Rocche di Roccella Valdemone e Bosco di Malabotta, Saline della Sicilia orientale, Capo Murro di Porco, Penisola della Maddalena e Grotta Pellegrino.

I Piani di Gestione (PdG) dovranno essere integrati dai beneficiari secondo le osservazioni incluse nel rapporto istruttorio dell’assessorato rimandando al Dipartimento Territorio e Ambiente l’armonizzazione in scala regionale dei contenuti, già elaborati dai beneficiari, inerenti il monitoraggio, l’aggiornamento e la mosaicatura delle schede di habitat e specie, le norme di salvaguardia e il piano di comunicazione.

In particolare il beneficiario finale dovrà integrare il Piano di gestione secondo le prescrizioni prescritte, mentre la durata di validità dei Piani sarà prevista da un apposito provvedimento normativo in corso di predisposizione.

Nei decreti viene specificato che per i Siti Natura 2000 compresi nel Piano di gestione, si intendono recepite le pertinenti misure di conservazione relative a Zone Speciali di Conservazione (ZSC) e Zone di Protezione Speciale (ZPS) di cui al Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 17 ottobre 2007.

I Decreti saranno pubblicati per estratto sulla G.u.R.S. ed integralmente sul sito ufficiale dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente all’indirizzo (www.artasicilia.it).

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo