Etna Convention Bureau, in un anno 45mila presenze e un indotto economico di oltre 3 milioni di euro

L’Etna Convention Bureau compie un anno di attività e festeggia il suo primo compleanno con una serie di straordinari successi, presentati alla stampa e ad un numeroso pubblico di operatori del settore turistico, dal presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione, e dal Consiglio d’amministrazione.

«Nonostante il periodo di crisi internazionale che interessa tutti i settori ed in particolare quello turistico, l’Etna Convention Bureau è riuscita a portare sul territorio della provincia di Catania oltre 45.000 presenze e un numero di eventi in grado di generare sulla destinazione etnea un indotto economico di oltre 3.000.000 di euro – ha dichiarato il presidente della Provincia regionale di Catania, Giuseppe Castiglione. Sulla base dei costi sostenuti dall’ECB per la promozione della destinazione Catania – ha aggiunto il presidente – è possibile stimare come ogni 1.000 euro spese dall’ECB abbiano generato un moltiplicatore pari a circa 75.000 euro di indotto sul territorio etneo. Uno strumento che funziona – ha concluso Castiglione – perché frutto di condivisione, garanzia di qualità e di ottima gestione organizzativa».

L’Etna Convention Bureau è una società per azioni della Provincia di Catania a partecipazione interamente pubblica che si occupa di turismo congressuale e grandi eventi, in grado di offrire un’offerta completa, variegata e con standard di qualità garantiti da un controllo costante sia a monte che a valle di ogni servizio.

La Provincia regionale di Catania e il suo presidente hanno voluto che l’ECB restasse volutamente una società pubblica al 100% – ha dichiarato l’amministratore delegato, Antonio Belcuore –, affinché fosse garantito il carattere super partes nei confronti del territorio e di tutto il mondo imprenditoriale turistico. Oggi la sfida che si è vinta non è solo quella di avere coinvolto oltre 80 imprese affiliate, tra centri congressi, hotel 5, 4 e 3 stelle, campi da golf, società di catering, di trasporti, di allestimento, di servizi tecnici, di grafica e comunicazione, agenzie di viaggio, tour operator, etc; oggi la sfida vinta è anche quella di aver dimostrato alla gente come si possa gestire una società pubblica in maniera virtuosa, portando indotto e valore aggiunto sul territorio».

«Ciò che rappresenta la caratteristica vincente di questa idea, di questa intuizione diventata una delle realtà migliori in Italia – ha affermato Nico Torrisi, consigliere d’amministrazione dell’ECB – è la capacità di aver saputo fare “sistema”, di avere creato una rete per cui la Provincia ha svolto un ruolo fondamentale. Finalmente si parla di politica del turismo, ma soprattutto si fa – ha sottolineato Torrisi, che aggiunge: se l’entusiasmo dimostrato dalla folla presente in sala si confermerà anche in futuro, i successi non si faranno attendere».

Grandissima soddisfazione per i risultati ottenuti è stata espressa dal direttore generale dell’Etna Convention Bureau, Benedetto Puglisi, che insieme al suo staff di ragazzi competenti e preparati costituisce il vero motore della macchina organizzativa. «Ogni giorno cerchiamo di attivare tutti i canali per promuovere il nostro territorio come sede ideale per i grandi eventi – ha spiegato Puglisi –, stiamo attivando partenariati con i Paesi del bacino del Mediterraneo e dell’Europa dell’Est, come ad esempio con la Russia Film Commission, per valorizzare anche il segmento cine-turistico, ma stiamo contribuendo a portare nella nostra provincia anche grandi manifestazioni sportive, come i mondiali di scherma e quelli di pallavolo, che dovrebbero assicurare oltre 25.000 presenze. Le idee non mancano – ha confermato il direttore dell’ECB –, l’entusiasmo neppure, con l’impegno di tutti e con il supporto dell’Amministrazione provinciale, si può davvero credere nella scommessa di far diventare il nostro territorio un polo d’attrazione turistica».

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo