Expo Shangai, delegazione siciliana incontra operatori cinesi

Dopo l'inaugurazione dello stand della Sicilia nel padiglione italiano dell'esposizione universale di Shanghai, la delegazione isolana, composta nell'occasione dall'assessore Mario Centorrino e dai dirigenti generali Francesco Attaguile e Gesualdo Campo, ha proseguito una serie di colloqui con autorita' economiche e politiche della citta', gia' programmate con la collaborazione dell'Ambasciata d'Italia, dell'Istituto italiano di cultura e dell'Istituto per il commercio estero.

La delegazione ha incontrato, sulle criticita' delle aree metropolitane, un'ampia rappresentanza della municipalita' di Shanghai e delle province limitrofe di Shandong e Zhejiang, ove vivono oltre cento milioni di abitanti, della quale facevano parte anche esperti infrastrutturisti.

Particolare interesse ha destato la presentazione del progetto del ponte sullo Stretto, curata dall'addetto alle pubbliche relazioni della Societa' Stretto di Messina, Fortunato Covelli.

La delegazione, accompagnata dal Direttore dell'Istituto italiano di cultura, Paolo Sabatini, ha reso poi omaggio, nell'antico giardino del mandarino Yu nella citta' vecchia, alla lapide del gesuita siciliano Francesco Brancati, registrandone le condizioni di degrado.

La giornata si e' conclusa con un'approfondita visita all'High Tech Park Innovation Center, dove si sono stabilite le linee generali di un programma di collaborazione tra il Parco e i centri di ricerca siciliana, i cui principali campi di indagine sono stati illustrati da Antonino Catara, presidente del Parco tecnologico della Sicilia.

L'assessore Centorrino ha espresso soddisfazione per i primi risultati raggiunti, anche in vista della prossima visita in Cina del presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.

Secondo Attaguile e Campo, il primo step della collaborazione potrebbe essere rappresentato da un progetto di risistemazione e valorizzazione delle lapidi e delle tombe di quei gesuiti siciliani, oltre a Brancati, Prospero Intorcetta, Buglio, Longobardo e altri, impegnati nel 1600 in una preziosa opera d'intermediazione culturale tra Europa e Cina.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo