Fotovoltaico, al Comune di Acireale finanziamento per 7 mln di euro

Il Dipartimento Regionale dell’Energia ha approvato la graduatoria delle operazioni mature ammesse al finanziamento presentate nell’ambito del Programma operativo Fesr Sicilia 2007 / 2013, Asse VI “Sviluppo urbano sostenibile” linea d’intervento 6.1.3.1. – prima finestra di anticipazione - del Pisu n.16 di Acireale.

Su 9 opere ammesse dalla trance in esame al Dipartimento, ben 6 sono state presentate dal Comune di Acireale.

Si tratta del finanziamento per la installazione di impianti fotovoltaici e collegamento alla rete elettrica al fine di abbattere i consumi energetici negli edifici: Palazzo di città (importo finanziato 4 milioni 500 mila euro), Casa Albergo (importo finanziato 1 milione 800 mila euro), Scuola media Guardia (importo finanziato 215 mila euro), Scuola media di Scillichenti (importo finanziato 180 mila euro), Scuola elementare Ferretti (importo finanziato 180 mila euro), Scuola elementare Fanciulli (importo finanziato 180 mila euro).
I progetti redatti da professionisti esterni e approvati dall’Utc sono nati su precisa disposizione dell’Amministrazione Garozzo al fine di promuovere “iniziative atte a ridurre i consumi energetici degli immobili comunali, riducendo i costi di gestione e riducendo l’impatto ambientale”. Un duplice obiettivo che adesso andrà a concretizzarsi con l’invio dei progetti esecutivi e il finanziamento dei lavori.

Per quanto riguarda il Municipio, l’azione sarà ancora più impegnativa in quanto non solo saranno installati i sistemi fotovoltaici, ma verranno rinnovati gli impianti tecnologici e la stessa struttura verrà del tutto rivisitata al fine di evitare dispersioni nell’ambiente e ottimizzare l’energia impiegata.

“Si tratta di uno tra i più importanti investimenti in Città” dice senza mezzi termini il sindaco Nino Garozzo. “Va ad aggiungersi a quelli della scorsa legislatura, come ad esempio la villa Belvedere. L’ultimo finanziamento, però, non è consistente e premiale solo per l’importo oppure perché diretto a diversi edifici comunali, ma perché attraverso questo opportunità avvieremo la Città verso le energie rinnovabili a tutela dell’ambiente, senza dimenticare (visto i tempi) la notevole riduzione dei costi derivanti dall’utilizzo dell’elettricità” dice il sindaco.

“Si tratta di opere che interesseranno interi edifici e che, nel caso del Palazzo di Città, permetteranno opere di manutenzione straordinaria davvero imponenti così colmando le esigenze che la struttura manifesta” afferma inoltre Garozzo. “ In definitiva, Acireale conferma di essere tra le prime città ad aver saputo cogliere le opportunità di finanziamento offerte dai fondi europei” chiude il sindaco.

Il vice sindaco Pippo Basile, con delega al Patrimonio, esprime “soddisfazione per i finanziamenti in quanto renderanno autonomi dal punto di vista energetico diversi importanti edifici comunali, oltre a consentire una radicale manutenzione del nobile Palazzo comunale, casa comune di tutti gli acesi e monumento barocco tra i simboli di Acireale”.

L’assessore all’Ambiente Salvo Licciardello afferma: “Si tratta non di una buona, ma di una ottima notizia: le energie alternative e rinnovabili rappresentano una irrinunciabile occasione di salvaguardia dell’ambiente a garanzia del futuro nostro e di chi verrà dopo”.

L’assessore alle Politiche scolastiche Nives Leonardi dice: “Soddisfazione massima affinchè anche attraverso l’esempio delle istituzioni, possa accrescersi tra gli alunni e le famiglie una quotidiana, cultura ambientalista”.

“Una azione di assoluto rilievo dal duplice valore” dice l’assessore ai Lavori pubblici Salvo Maccarrone.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo