Isole Ciclopi, bonificati i fondali da reti da pesca

Ancora un’operazione di bonifica nei fondali dell’Area marina protetta Isole Ciclopi. Stamattina è stata recuperato un tratto di oltre 60 metri di una rete abbandonata da pescatori di frodo nei fondali dell’area protetta.

Ad organizzare l’iniziativa, nell’ambito della campagna “Sos Reti”, l’associazione “Pro Natura Mare Nostrum”, presieduta da Michele Palazzo, insieme con l’Amp Isole Ciclopi ed il Cutgana dell’Università di Catania.

La rete recuperata, agganciata ad un tratto di fondale tra la zona “A” (riserva integrale) e la zona “B” (riserva generale) dell’Amp Isole Ciclopi, era composta da tre tipologie (strascico, tramaglio e cianciolo) ed in più punti presentava sovrapposizioni oltre ad essere sfrangiata. I 12 subacquei, nel corso dell’operazione svolta a 30 metri sotto il livello del mare, hanno recuperato solo una parte della rete e liberato dalla stessa diversi saraghi e stelle marine. Uno spezzone di rete, infatti, era stato già recuperato il 3 dicembre scorso. Per rimuovere del tutto la rete saranno necessarie altre operazioni.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo