Monti iblei, al via oggi il raduno equestre

Da Messina e da Cefalù. Ma anche da Misterbianco, Acireale, Cassibile, Caltanissetta e Rosolini. Sono le provenienze, che a ventaglio interessano da vicino quasi tutta la Sicilia, dei vari cavalieri che, questa mattina, di buon ora, hanno dato il via all’ottava edizione del raduno equestre denominato “…lungo le regie trazzere del barocco ibleo” promosso dall’Associazione iblea “Turismo equestre”. Momenti di grande suggestione quelli che hanno caratterizzato la prima fase della giornata con i novanta partecipanti che, dopo essersi spostati dal campo base situato in contrada Rabbuina sulla strada statale 194 Ragusa-Giarratana, si sono immersi nell’affascinante paesaggio del territorio ibleo. Inoltre, per circa mezzo chilometro, il gruppo ha percorso in acqua il letto del fiume Irminio, nei pressi della diga di Santa Rosalia, per poi risalire le colline situate proprio di fronte che hanno condotto sino a Calaforno, dove si è tenuto il pranzo con la degustazione di prodotti tipici.

Un connubio di grande spessore tra sport e ambiente che è servito da insostituibile momento di promozione per il territorio ibleo nei confronti dei tanti partecipanti provenienti da fuori provincia che hanno dimostrato di apprezzarlo parecchio. “E’ uno degli obiettivi che ci siamo posti – afferma il presidente dell’associazione, Salvo Aliotta – anche perché puntiamo, a breve termine, a presentare la nostra candidatura per la concretizzazione di una ippovia in provincia di Ragusa. Ci sono tutte le condizioni affinchè tale iniziativa abbia seguito. Sarebbe la terza in Italia. E promuoverebbe, ancora di più, il turismo equestre, con innegabili ricadute positive anche per l’economia locale”. L’ippovia è un itinerario percorribile a cavallo, quasi mai asfaltato, che raggiunge e attraversa luoghi naturali, come parchi, riserve, boschi, supera colline e valli, costeggia laghi e fiumi, oltre a raggiungere luoghi culturali come aree archeologiche, costruzioni e dimore storiche. “Tutte caratteristiche – prosegue Aliotta – che il nostro territorio ha in dotazione e che potrebbero rappresentare il miglior biglietto da visita per far nascere questo progetto”.

Il raduno, sostenuto dalla Provincia regionale di Ragusa, assessorato Territorio e ambiente, dal Comune di Ragusa, assessorato allo Sport, dal Comune di Giarratana e dal Coni, proseguirà anche domani. Il gruppo di cavalieri transiterà, in mattinata, nel corso centrale di Giarratana.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo