(SicliaToday)

Nebrodi, scatta il piano di contrasto agli incendi

Anche per Unione dei Nebrodi, scatta la fase di attenzione per gli incendi boschivi, resi più probabili dall’afa di questi giorni.

All’uopo è stato attivato il Piano operativo antincendio 2009 che, partendo dalle indicazioni contenute nel “Manuale Operativo per la Predisposizione di un Piano Intercomunale di Protezione Civile”, emanato dal Dipartimento della Protezione Civile, prevede indicazioni ed interventi per una efficace azione di contrasto al rischio derivante dagli incendi di interfaccia.
Per una pronta azione di contrasto, con particolare attenzione ai comuni facenti parte dell’Unione e del Parco dei Nebrodi, l’Unione mette a disposizione due moduli antincendio e il materiale e le attrezzature per i primi interventi sul territorio a difesa dell’ambiente e a salvaguardia dei delicati equilibri naturali.

Si fa carico anche delle spese per le squadre antincendio, composte dal personale dei comuni interessati, fornendo anche il materiale e l’equipaggiamento per garantire un servizio sicuro ed efficiente.

Per una migliore sinergia ogni squadra antincendio sarà coadiuvata dall’Ufficio Tecnico e dal servizio di protezione civile dei comuni interessati che si occupano di tutti gli aspetti di carattere logistico -tecnico, e dal Comando VV.UU. per quanto attiene la vigilanza e la repressione.

Nel periodo luglio – settembre 2009 l’Unione curerà anche i rapporti e lo scambio di informazioni fra gli uffici protezione civile dei vari comuni e con Vigili del fuoco e i presidii della Forestale, costituendo di fatto una utile sala operativa, collaborando con tutte le strutture impegnate nel territorio dei Nebrodi, soprattutto le squadre di volontari della protezione civile, da impegnare in attività di supporto e avvistamento .

Poichè negli anni passati il territorio dei Nebrodi, che interessa una vasta area di tutela ambientale, si è dimostrato un territorio ad alto rischio di incendi di interfaccia e boschivi , anche il Parco regionale dei Nebrodi, dopo la positiva esperienza del 2008, ha aderito al Piano operativo 2009, continuando la collaborazione con azioni comuni per prevenire e fronteggiare gli incendi boschivi ma anche per delle efficaci campagne di sensibilizzazione ed informazione messe a punto dall’Unione dei Nebrodi.

Ma per ottimizzare temporalmente gli interventi di contrasto degli incendi su un territorio cosi vasto, che va da Capo d’Orlando a Santo Stefano ed interessa due aree montane ( San Fratello e Caronia), non sono sufficienti i due mezzi messi a disposizione dall’Unione.

Per questi motivi l’avvocato Collura, presidente dell’Unione dei Nebrodi, aveva richiesto al dipartimento regionale della protezione civile l’assegnazione d altri due moduli antincendio, che se, come si auspica, questa richiesta potrà essere evasa entro l’estate 2009, si potrà coprire contemporaneamente l’intero territorio dell’Unione e garantire la presenza stabile di almeno un mezzo nel Parco dei Nebrodi.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Turismo