Flickr

Il Vinitaly, vanità e verità dal mondo del vino

La consacrazione per la grande fiera del Vino 'made in Italy' arriva addirittura dal Colle. Giorgio Napolitano irrompe nella kermesse veronese e la innalza al livello più alto degli eventi fieristici e commerciali del Paese.

Vetrina per le aziende, simbolo dell'Italia che funziona, contenitore di verità e vanità dal mondo del vino: Vinitaly è tutto questo e molto altro ancora, se si considera la straordinaria eterogeneità del pubblico presente, almeno fino al terzo bicchiere di vino.

Vinitaly è agricoltura che si vede anche nei volti abbronzati di chi calpesta la terra nelle vigne, è status symbol per le tante famiglie blasonate che associano ai vini tradizioni e casate, è glamour grazie alle Donne del Vino capitanate dalla sicilianissima Josè Rallo, è passione nei volti, allegri, di milioni di visitatori che quotidianamente alzano i calici per apprezzare la qualità del nettare degli dei.

A Vinitaly c'è, probabilmente, l'Italia migliore, quella che risponde con ottimismo alle sirene sempre accese della crisi e quella che non si allinea allo scontro perenne al quale ci ha abituati la politica nostrana: a Verona maggioranza e opposizione si confrontano sulla supremazia del Sangiovese grosso (con cui si fa il Brunello) o della Corvina veronese (convitata d'obbligo nei grandi Amaroni) e, di solito, le controversie si risolvono dopo i primi bicchieri.

Vinitaly è anche, come ogni anno, Sicilia del vino, con lo stato di salute testimoniato dalla curiosità e dall'attenzione di addetti ai lavori e appassionati: migliora anche l'aspetto estetico del Padiglione siciliano, seppur distante anni luce dall'inarrivabile Veneto, dalla Toscana, dal Friuli Venezia Giulia; ancora curiosità per l'astro nascente dell'Etna, territorio esaltato, e forse un po' sopravvalutato, da condizioni oro-geografiche particolari, da qualche buona parola di maestri dell'enologia come Giacomo Tachis e dalla "moda", arma a doppio taglio per chi voglia fare del buon vino.

Presente la Camera di Commercio di Catania, il Presidente della Provincia Castiglione, i parlamentari regionali Pogliese e Bufardeci, l'Istituto Regionale della Vite e del Vino.

Vinitaly è partito. E noi con lui, fino all'ultimo bicchiere...

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Vinitaly