Vinitaly, a Zonin il premio speciale “Gran Vinitaly 2010”

Verona - L’Italia torna sul gradino più alto del podio aggiudicandosi il Premio speciale “Gran Vinitaly 2010”. È questo il verdetto del 18° Concorso Enologico Internazionale (elenco completo dei vini premiati su www.vinitaly.com/concorsoenologico), come prestigiosa anteprima del 44° Vinitaly, in programma a Verona dall’8 al 12 aprile.
Il riconoscimento è assegnato all’azienda che ha ottenuto il maggior punteggio in base a due medaglie conseguite in gruppi diversi e che quest’anno ha premiato la cantina Gianni Zonin Vineyards di Gambellara (VI).

Il Concorso enologico internazionale - Vinitaly 2010 si conferma come il più selettivo e rigoroso del mondo, con appena 71 medaglie assegnate (erano state 113 nel 2009) rispetto al totale dei partecipanti.

Tutti i produttori che si sono aggiudicati una Medaglia potranno stampare un corrispondente numero di etichette o bollini riportanti la distinzione “Concorso Enologico Internazionale 2010”, da applicare sulle partite dei vini risultati vincitori.
Dei 3.646 campioni valutati (un centinaio in più rispetto allo scorso anno) e provenienti da 27 Paesi, 1.019 sono stati premiati con il diploma di Gran Menzione. I primi venti vini classificati di ogni categoria e gruppo sono stati poi ripresi in esame per l’assegnazione di 17 Gran Medaglie d’Oro, 20 Medaglie d’Oro, 17 Medaglie d’Argento e 17 Medaglie di Bronzo.

Le valutazioni si sono svolte in 18 sessioni diverse, che hanno occupato per 40 ore 21 commissioni e 105 degustatori giurati, scelti fra i più autorevoli giornalisti ed enologi internazionali. Durante le selezioni sono stati utilizzati complessivamente oltre 26.000 bicchieri e sono state compilate 22.670 schede di valutazione pari a 322.600 giudizi parziali.
«Il Concorso enologico internazionale non è solo un prestigioso premio, ma un vero e proprio strumento di marketing e promozione testimoniato dal sempre maggiore numero di vini partecipanti», commenta Ettore Riello, presidente di Veronafiere, che consegnerà ai vincitori i premi speciali l’8 aprile all’Auditorium Verdi, presso il Centrocongressi Europa (ore 15.30).
«Oltre alla possibilità prevista da quest’anno di apporre un’etichetta con la dicitura del Concorso enologico sulle partite dei vini vincitori di medaglia - spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere – proseguono le azioni a favore dei vini vincitori previste con Vinitaly in the World. Tra queste la settimana promozionale negli store della catena Isetan a Tokyo e Kyoto»

«Per il diciottesimo anno consecutivo il concorso si è confermato il più selettivo al mondo, ma la qualità dei vini presentati e provenienti da tutto il mondo denota un netto miglioramento. Decisamente interessanti poi le performance dei vini italiani, che hanno ottenuto i maggiori consensi, rimarcati anche dalle attribuzioni dei premi regionali, che vedono protagoniste aziende piccole e grandi di alto livello», aggiunge Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi, che insieme con Ice e ASI (Association de la Sommellerie Internationale) collabora al concorso organizzato dall’Ente Fiere di Verona, con lo scopo di mettere in evidenza la miglior produzione enologica, farla conoscere ai consumatori e agli operatori e stimolare le aziende vinicole al miglioramento qualitativo.

Cinque le aziende che hanno vinto il Premio speciale “Vinitaly Nazione 2010”, attribuito al produttore di ogni Paese che ha ottenuto il maggior punteggio in base alla somma delle valutazioni riferite ai migliori tre vini insigniti del diploma di Gran Menzione.
A conquistare il prestigioso riconoscimento sono state quest’anno le cantine Banfi Distribuzione S.r.l. - Montalcino (Italia); Moravske Vinarske Zavody Bzenec S.r.o. - Bzenec (Repubblica Ceca); Vina Arnaiz - Naza, Burgos (Spagna); Giroud Vins - Sion (Svizzera); Nyakas Pince Zrt - Tok (Ungheria)
Ad aggiudicarsi la prima edizione del Premio speciale “Vinitaly Regione 2010” - novità introdotta quest’anno per premiare il produttore di ogni regione italiana che ha ottenuto il miglior risultato in base alla somma dei punteggi più alti riferiti ai tre migliori vini che hanno ottenuto la Gran Menzione – sono state le seguenti cantine: Az. Agr. Terra d'Aligi - Atessa (CH) (Abruzzo); Medici Ermete & Figli S.r.l. - Reggio Emilia (RE) (Emilia Romagna); Costa Vini - Latisana (UD) (Friuli Venezia Giulia); Casale del Giglio Az. Agr. S.r.l. - Le Ferriere (LT) (Lazio); Az. Agr. Ricchi F.lli Stefanoni S.s. - Monzambano (MN) (Lombardia); Terre Cortesi Moncaro Soc. Coop. Agr. - Montecarotto (AN) (Marche); Giordano Vini S.p.a. - Valle Talloria di Diano d'Alba (CN) (Piemonte); Cantine Due Palme Soc. Coop. Agr. - Cellino S. Marco (BR) (Puglia); Mesa S.a.s. - Sant'Anna Arresi (CI) (Sardegna); Cantina Soc.Viticultori Associati Scarl - Canicatti (AG) (Sicilia); Cavit S.c. - Trento (TN) Trentino Alto Adige; Cantina di Custoza S.a.c. - Sommacampagna (VR) (Veneto).
Assegnato anche il Premio speciale “Banca Popolare di Verona”, andato al vino Alto Adige Doc Sauvignon Passito "Saphir" 2007 - Podere Prov. Cantina Laimburg - Ora (BZ) per aver conseguito il miglior punteggio fra tutti i vini veneti, o emiliano romagnoli, o trentini o friulani di tutte le categorie previste dal regolamento del 18° Concorso Enologico Internazionale.

Il Concorso enologico internazionale si fregia del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Ministero dello Sviluppo Economico, dell’Oiv e dell’Union Internationale des Oenologues.

Il Comitato di gestione, presieduto dal presidente di Veronafiere, è composto da sette membri nominati da: Oiv; Union Internationale des Oenologues; Ministero delle Politiche Agricole; Ministero dello Sviluppo Economico; Associazione Internazionale Sommeliers; Ice e Assoenologi.
Al notaio Maria Maddalena Buoninconti di Verona il compito di verificare il regolare svolgimento dei lavori.

blog comments powered by Disqus
Inizio pagina
Home  >  Vinitaly